27 Gennaio ore 21.30

Durante la forte discesa che è andata a toccare la seconda deviazione standard, ho pure fatto un errore nell’immissione dell’ordine sullo Small calendar Giugno/Dicembre ed ho venduto per sbaglio put 3600 settembre.
Quando me ne sono accorto ho provveduto a vendere subito la 3600 giugno e poi mi ho provato a montare un radder su settembre comprando put 3750 e vendendo put 2800.
Purtroppo si è impallata la piattaforma e non capivo se mi aveva eseguito o meno l’acquisto e sulla vendita mi sono dovuto accontentare di quel che c’era.
Quindi la posizione parte subito in svantaggio di book e di prezzi, ma intendo comunque provare a lavorarla.

Margine richiesto 1300 euro.

 

29 GENNAIO ore 21.00

 

Visto che il mercato in chiusura ha rotto al ribasso ho preferito appiattire l’atnow ed il gamma del mio profilo di rischio ed aumentare il vega da 300 a 620 comprando due put 3700/09 a 304 e vendendo 3 put 3300/09 a 183 ricchissime di vomma.

Ho preferito scambiare valore temporale con vega visto che la scadenza settembre è molto lontana ed il prezzo avrebbe tutto il tempo per venire a mettermi in difficoltà.

Questo è il nuovo profilo di rischio.

 

16 FEBBRAIO ORE 11.00

Visto che durante la ripida salita il mercato si era rimangiato gran parte di quel vomma residuo senza però avercene dato un vero e proprio beneficio di portafoglio, ho appena provveduto ad un rollaggio interno delle ultime tre short put.

Abbiamo quindi chiuso ed incassato la plusvalenza delle tre short put a strike 3300 e abbiamo rivenduto cento punti più in alto, a strike 3400 altre 3 short put.

In rosso le chiusure ed in verde le nuove aperture.

 

Giovedì 2 Febbraio ore 16.40

A ridosso della SD1 abbiamo messo a mercato un radder con rapporto 2 a 4.

+2 put 3850
-2 put 3650
-2 put 2950

Margini leggermente saliti.

 

22 Febbraio ore 17.00

Approfittando del cumulato volumetrico in area 3870 ho provato ad aumentare il vega della posizione confidando in un abbassamento di volatilità implicita nei prossimi giorni.

Ho praticamente ricomprato la put 2800/09 e rivenduto una nuova short put a strike 3400/09.

Il vega sale di circa 300 dollari ma il profilo di rischio si fa leggermente più inclinato e con delta positivo. Margini aumentati mediamente di circa  4000 euro.

In rosso la chiusura ed in verde la nuova apertura.

 

23 FEBBRAIO

Ore 16.20

Al superamento della DS-1 abbiamo operato entrando con 2 long put 3500 e 3 short put 2950 sottraendo del valore temporale alla posizione ed aumentando comunque il nostro vega negativo. Margini invariati.

 

24 FEBBRAIO ORE 15.40

Per una questione di contenimento dei margini e volendo abbassare il vega ma rimanere comunque theta positivo rimanendo sempre piatto di atnow ho preferito chiudere 5 short put 2950 che si erano già sgonfiate rispetto a ieri e, mentre il prezzo scendeva sono entrato short con sole 3 short put 3400/09. Di fatto abbiamo aumentato il valore temporale avendo però meno opzioni scoperte rispetto a prima. Lo svantaggio è che ci siamo dovuti avvicinare di strike.

 

25 FEBBRAIO ORE 20.00

 

Approfittando dell’accelerazione ribassista che ha toccato la DS-2 siamo entrati con il solito ratio spread comprando 1 put 3800 e shortando 2 put 3300. Obiettivo aumentare il vega della posizione.

 

26 Febbraio ore 12.35

Purtroppo questa esplosione improvvisa di volatilità ha fatto salire, da ieri ad oggi, oltre il mio livello di tolleranza i margini di mantenimento. Ricordo che in questa particolare fase del mercato dove ci troviamo alle prese con VA+40 non è consigliabile utilizzare oltre il 15/20% del proprio margine. Quindi, obtorto collo, ho preferito alleggerire la struttura settembre che non corre per adesso particolari rischi e concentrarmi sul mantenere i margini a livelli coerenti con la fase di mercato.

Ho quindi chiuso il ratio spread aperto ieri composto da 1 long put 3800 e 2 short put 3300 ed inoltre ho chiuso una delle sette short put 3400 che detenevo già in portafoglio. Adesso è una struttura a debito, ho un atnow molto piatto, un vega negativo, theta positivo e delta leggermente negativo.

 

1 MARZO ore 13.30

Visti i posizionamenti monetari e le contrattazioni volumetriche ci potrebbero essere buone possibilità di un abbassato della volatilità implicita

C’è da dire che ad oggi la scadenza settembre è piuttosto costosa come premio al rischio dato dalla volatilità, quindi è probabile che ci voglia più tempo del necessario per raccogliere quanto stiamo seminando.

Alle 13.30 abbiamo venduto 1 call 4300/09 e fatto uno spread a credito di put con -2 put 3200/09 e +2 put 2800/09. Contemporaneamente ho chiuso uno spread di put ricomprando una short put 3600/09 e rivendendo una long put 3750/09

Obiettivo smussare il delta ed aumentare valore temporale senza andare ad intaccare i margini.

 

1 Marzo ore 16.30

Al raggiungimento della SD1 Up abbiamo operato comprando 2 call 4500/09 e vendendo un’altra call 4200/09.

Adesso il profilo di rischio è blindato al rialzo, con un minimo di delta negativo  molto vega.

 

10 MARZO ORE 8.50

In preapertura è stato fatto un piccolo aggiustamento chiudendo 2 short put 3200 a 86.75 e aprendo contemporaneamente 2 nuove short put 3400 a 117.75.

La figura alza un pochino il proprio valore temporale, aumenta il vega e smorza di pochissimo il delta negativo.

Margini saliti a 15 k.

 

16 MARZO

Ore 11.00

Dopo le letture dei posizionamenti monetari, rollover e quant’altro, ho preferito alleggerire la posizione che, a causa dei nuovi massimi aveva raddoppiato il delta negativo. Il mercato è per adesso sfacciatamente rialzista quindi il delta va tenuto sotto controllo insieme al vega ed il giusto rapporto fra queste due greche può permettere di accompagnare i prezzi anche in tendenza.

Chiuse 6 short put 3400 a 94.5

Chiuse 2 long put 3700 a 150.5

Chiuse 2 long put 3850 a 191.5

Chiuse 2 short put 3650 a 139.5

Chiuse 2 long put 3400 a 94.5.

Rimango di fatto con una sorta di Iron Condor asimmetrico composto da:

2 long put 2800

2 short put 3400

2 short call 4200

2 long call 4500

I margini sono scesi da 18k a 10k, il delta da -18$ a -7$ ed anche il vega è passato da 1200 a 790.

 

17 MARZO Ore 15.20

Visto che questa posizione era stata aperta per errore, tanto che quando me ne sono accorto ero già sotto di oltre 600,00, e non è la posizione che avrei voluto avere in questo tipo mercato, ho preferito accontentarmi di aver recuperato il maltolto ed ho chiuso tutto. Ci saranno altre occasioni per entrare nuovamente a mercato.

Profitto lordo a cui vanno tolte tasse e costi commissionali 1.164,00.